(0 comments)

Carissimi Exallieve ed Exallievi di Don Bosco,

il 20 giugno 2020 questa nostra rivista compirà 100 anni e con questo numero diamo il via alle iniziative e agli eventi che saranno legati a questa celebrazione.

Stiamo sviluppando innanzitutto un progetto e ricercando finanziamenti per la valorizzazione di questo nostro strumento di comunicazione che ha conferito un indubbio apporto ai valori diffusi dalla nostra Associazione, ha fornito informazione e formazione ai nostri associati ed ha senza dubbio creato una ricaduta positiva, tramite gli stessi associati, nella società in cui sono inseriti quali “buoni cristiani e onesti cittadini”. Il nostro desiderio è creare un portale web in cui tutti i numeri della rivista, dal suo inizio ad oggi, siano consultabili, anche tramite chiavi di lettura, per le ricerche, gli approfondimenti o anche semplicemente le curiosità e i ricordi.

Altri eventi, già in cantiere e presentati al recente Consiglio nazionale tenutosi in Calabria, verranno comunicati quando avranno assunto una veste ben definita.

Penso che da figli di Don Bosco, con inventiva, adattamento ai tempi e corretto utilizzo della più avanzata tecnologia, siamo chiamati a mantenere vivo l’amore per la diffusione della buona stampa cui ci invita il nostro Padre, Maestro e Amico.

Giovanni Costanza

 

“… io intendo caldamente raccomandarvi, per la gloria di Dio e la salute delle anime, la diffusione dei buoni libri. Io non esito a chiamare Divino questo mezzo, poiché Dio stesso se ne giovò a rigenerazione dell'uomo …

… I libri buoni, diffusi nel popolo, sono uno dei mezzi atti a mantenere il regno del Salvatore in tante anime. I pensieri, i principi, la morale di un libro cattolico sono sostanza tratta dai libri divini e dalla tradizione Apostolica. … Aggiungete che il libro, se da un lato non ha quella forza intrinseca della quale è fornita la parola viva, da un altro lato presenta vantaggi in certe circostanze anche maggiori. Il buon libro entra persino nelle case ove non può entrare il sacerdote, è tollerato eziandio dai cattivi come memoria o come regalo. Presentandosi non arrossisce, trascurato non s'inquieta, letto insegna verità con calma, disprezzato non si lagna e lascia il rimorso che talora accende il desiderio di conoscere la verità; mentre esso è sempre pronto ad insegnarla. Talora rimane polveroso sovra un tavolino o in una biblioteca. Nessuno pensa a lui. Ma vien l'ora della solitudine o della mestizia o del dolore o della noia o della necessità di svago o dell'ansia dell'avvenire, e questo amico fedele depone la sua polvere, apre i suoi fogli, e si rinnovano le mirabili conversioni …

… col Bollettino Salesiano, fra i molti miei fini, ebbi anche questo di tener vivo nei giovanetti ritornati nelle loro famiglie l'amore allo spirito di S. Francesco di Sales e alle sue massime, e di loro stessi fare i salvatori di altri giovanetti. Non vi dico che io abbia raggiunto il mio ideale di perfezione: vi dirò bensì che a voi tocca coordinarlo in modo, che sia completo in tutte le sue parti.

Vi prego e vi scongiuro adunque. di non trascurare questa parte importantissima della nostra missione …

Torino, 19 Marzo, festa di S. Giuseppe, 1885.

                                                                                                                                                       Affezionatissimo in G. C.

                                                                                                                                    "

Currently unrated

Comments

There are currently no comments

New Comment

required

required (not published)

optional


Articoli recenti


Puoi essere santo #lidovesei


Pubblicato nella sezione FORMAZIONE il piano formativo per l'anno sociale 2019-2020, elaborato dal Delegato nazionale, don Antonio D'Angelo
Vai al Piano formativo

Aiuto al suicidio


Gli Exallievi chiedono l'intervento del Parlamento italiano per ottenere una proroga dalla Corte Costituzionale al fine di poter legiferare in merito all'aiuto al suicidio
Vai alla lettera

Strenna 2020


Nella sezione FORMAZIONE la presentazione della Strenna 2020 "BUONI CRISTIANI e ONESTI CITTADINI" diffusa dal Rettor Maggiore
Vai alla presentazione