(0 comments)

Carissimi Exallieve ed Exallievi di Don Bosco,

durante la riunione di Presidenza nazionale del 9 dicembre scorso abbiamo avuto il dono della presenza e della parola del Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime, cui avevamo chiesto un incontro per lo scambio degli auguri natalizi, resi concreti dall’offerta di una somma di denaro per le missioni salesiane.

Tra i pensieri del Rettor Maggiore, mi ha particolarmente sollecitato la manifesta aspettativa che siano proprio gli Exallievi ad impegnarsi concretamente in campo socio-politico. E in effetti il socio-politico appartiene alla laicità, che incarna l’autonomia decisionale da ogni condizionamento ideologico, morale o religioso.

I laici che operano correttamente in ambito socio-politico hanno professionalità e onestà intellettuale, donano gratuito servizio e mirano al bene comune, hanno i piedi ben saldi sul proprio territorio che analizzano con grande sensibilità d’animo e per cui ricercano un vivere civile nella promozione dei valori umani condivisi.

Proprio in tema di valori viene in aiuto la Chiesa con la propria dottrina sociale. Ciò non offusca minimamente la laicità degli operatori del socio-politico, ma ne supporta l’iniziativa con la competenza nel campo dell’etica e dei comportamenti. La Chiesa, infatti, riconosce i valori umani condivisi proprio perché conformi al volere del Creatore e radicati nel mistero dell’Incarnazione.

La sollecitazione del Rettor Maggiore, pertanto, richiede di adoperarsi per lo sviluppo della formazione all’impegno socio-politico. È il solo processo che può generare operatori del sociale, amministratori della cosa pubblica e politici consapevoli della realtà in cui operano, capaci di coniugare l’etica con la prassi mediante processi virtuosi, competenti per proporre le giuste soluzioni alle numerose problematiche in cui versa oggi la casa comune. A tal fine occorre creare luoghi neutri, lontani da logiche di partito o di spartizione, in cui ci sia grande disponibilità a confrontarsi, a dialogare, che facciano riscoprire il senso della missione nel servire la qualità della vita della gente.

In un tempo in cui la politica, non solo quella nazionale, mostra più ombre che luci, manifesta una miopia che non le permette di guardare lontano, si adatta alla calma piatta del proprio interesse, dobbiamo sperare nell’arrivo di un vento di valori che faccia prendere il largo alla barca per condurla laddove migliore è la pesca. Duc in altum!

E noi Exallievi, che condividiamo con il nostro Santo l’amore per le giovani generazioni, dobbiamo impegnarci con tutti i mezzi per consentire proprio ai giovani di incarnare questo vento valoriale. Vi invito, quindi, a non deludere le aspettative del nostro Rettor Maggiore e a metter in campo tutte le capacità per ideare, organizzare e attuare interventi di formazione a carattere socio-politico.

Giovanni Costanza

Currently unrated

Comments

There are currently no comments

New Comment

required

required (not published)

optional


Articoli recenti


Puoi essere santo #lidovesei


Pubblicato nella sezione FORMAZIONE il piano formativo per l'anno sociale 2019-2020, elaborato dal Delegato nazionale, don Antonio D'Angelo
Vai al Piano formativo

Aiuto al suicidio


Gli Exallievi chiedono l'intervento del Parlamento italiano per ottenere una proroga dalla Corte Costituzionale al fine di poter legiferare in merito all'aiuto al suicidio
Vai alla lettera

Strenna 2020


Nella sezione FORMAZIONE la presentazione della Strenna 2020 "BUONI CRISTIANI e ONESTI CITTADINI" diffusa dal Rettor Maggiore
Vai alla presentazione