• Xcongr Banner


10° Congresso Nazionale Exallievi Exallieve di Don Bosco

TESTIMONI AUDACI SULLE ORME DI DON BOSCO

Istituto Salesiano Immacolata - Firenze, 11 - 13 novembre

Verso il X congresso nazionale

Don Bosco ha educato i suoi ragazzi per raggiungere un obiettivo unico: la salvezza della loro “anima” (secondo il linguaggio di allora); sapeva che questo rendeva felici anche nel tempo e nella storia, negli affari della vita quotidiana, perché vivere di Cristo è fonte di gioia e di forza nell’impegno di trasformazione di questo mondo. Diceva: “Miei carissimi figliuoli in Gesù Cristo, vicino o lontano io penso sempre a voi. Uno solo è il mio desiderio, quello di vedervi felici nel tempo e nell’eternità” (cf. Lettera da Roma). Ogni Exallievo/a, vicino o lontano, pensi sempre al padre, mantenga vivo l’affetto per Don Bosco, custodendo vivamente questo obiettivo straordinario: la prospettiva dell’eternità, che entusiasma perché manifesta la bellezza della nostra dignità di persone, figli di Dio e creati per l’eternità.
Questa consapevolezza di eternità non ci distoglie dall’impegno nella storia, non ci distrae dai nostri affaccendati busi- ness quotidiani, dal nostro lavoro e dalle nostre famiglie, dal- la fatica nelle nostre città per costruire un mondo migliore. Tutt’altro: l’eternità ci immerge nel tempo e lo orienta! Come? Con le attività che nascono dal nostro essere testimoni della nostra fede sulle orme di Don Bosco. Ed è proprio questo il titolo del nostro X Congresso Nazionale, che si svolgerà a Firenze (11-13 novembre p.v.): Testimoni audaci sulle orme di Don Bosco.
È il tema della missione, che consiste nel farsi “testimoni” del dono ricevuto da Dio per mezzo di Don Bosco. Exallievi/e: cioè gente proiettata positivamente – perché guardiamo sempre il mondo con ottimismo salesiano – nella società. Non lasciamo ad altri la missione che è nostra: quanto abbiamo ricevuto in dono da Don Bosco dobbiamo farlo fruttificare. Cosa abbiamo ricevuto? La formazione, un’esperienza che ha costruito la nostra personalità umana e cristiana. Quindi noi cosa dobbiamo donare? Il bene che è stato seminato in noi, le nostre capacità formative e di animazione, le dobbiamo condividere, soprattutto a favore dei giovani e di quelli più bisognosi.
A questo può contribuire molto la nostra associazione “Alberto Marvelli”, operando nella progettazione sociale, che per noi è impegno missionario per il Vangelo.
Non possiamo stare comodi a casa, non possiamo tenere nascosti i nostri talenti. In tante case salesiane, forse proprio quelle in cui siamo cresciuti, i Salesiani sono costretti a lasciare. È bello vedere tanti Exallievi/e che hanno preso le redini di queste case, dove si continua la missione di Don Bosco: Corigliano d’Otranto, Randazzo, Lanusei, ... In tutte le stagioni della nostra vita, anche nella maturità, possiamo fare qualcosa per gli altri, per i ragazzi, per le loro famiglie. Diamo la nostra disponibilità, teniamo vive le Opere di Don Bosco: Exallievi/e impegnati, testimoni audaci sulle orme di Don Bosco!
don Giovanni Russo sdB
delegato nazionale


Programma

Risoluzioni finali

Mozione G.Ex.

Pino Acocella

La Famiglia oggi:
comunità educante?

don Eusebio Munoz

Laici nella Famiglia salesiana:
potenzialità e attese

don Tonino Palmese

Sono forse io
il custode di mio fratello?


Articoli recenti


Puoi essere santo #lidovesei


Pubblicato nella sezione FORMAZIONE il piano formativo per l'anno sociale 2019-2020, elaborato dal Delegato nazionale, don Antonio D'Angelo
Vai al Piano formativo

Aiuto al suicidio


Gli Exallievi chiedono l'intervento del Parlamento italiano per ottenere una proroga dalla Corte Costituzionale al fine di poter legiferare in merito all'aiuto al suicidio
Vai alla lettera

Strenna 2020


Nella sezione FORMAZIONE la presentazione della Strenna 2020 "BUONI CRISTIANI e ONESTI CITTADINI" diffusa dal Rettor Maggiore
Vai alla presentazione