• Xcongr Banner


10° Congresso Nazionale Exallievi Exallieve di Don Bosco

TESTIMONI AUDACI SULLE ORME DI DON BOSCO

Istituto Salesiano Immacolata - Firenze, 11 - 13 novembre

Verso il X congresso nazionale

Don Bosco ha educato i suoi ragazzi per raggiungere un obiettivo unico: la salvezza della loro “anima” (secondo il linguaggio di allora); sapeva che questo rendeva felici anche nel tempo e nella storia, negli affari della vita quotidiana, perché vivere di Cristo è fonte di gioia e di forza nell’impegno di trasformazione di questo mondo. Diceva: “Miei carissimi figliuoli in Gesù Cristo, vicino o lontano io penso sempre a voi. Uno solo è il mio desiderio, quello di vedervi felici nel tempo e nell’eternità” (cf. Lettera da Roma). Ogni Exallievo/a, vicino o lontano, pensi sempre al padre, mantenga vivo l’affetto per Don Bosco, custodendo vivamente questo obiettivo straordinario: la prospettiva dell’eternità, che entusiasma perché manifesta la bellezza della nostra dignità di persone, figli di Dio e creati per l’eternità.
Questa consapevolezza di eternità non ci distoglie dall’impegno nella storia, non ci distrae dai nostri affaccendati busi- ness quotidiani, dal nostro lavoro e dalle nostre famiglie, dal- la fatica nelle nostre città per costruire un mondo migliore. Tutt’altro: l’eternità ci immerge nel tempo e lo orienta! Come? Con le attività che nascono dal nostro essere testimoni della nostra fede sulle orme di Don Bosco. Ed è proprio questo il titolo del nostro X Congresso Nazionale, che si svolgerà a Firenze (11-13 novembre p.v.): Testimoni audaci sulle orme di Don Bosco.
È il tema della missione, che consiste nel farsi “testimoni” del dono ricevuto da Dio per mezzo di Don Bosco. Exallievi/e: cioè gente proiettata positivamente – perché guardiamo sempre il mondo con ottimismo salesiano – nella società. Non lasciamo ad altri la missione che è nostra: quanto abbiamo ricevuto in dono da Don Bosco dobbiamo farlo fruttificare. Cosa abbiamo ricevuto? La formazione, un’esperienza che ha costruito la nostra personalità umana e cristiana. Quindi noi cosa dobbiamo donare? Il bene che è stato seminato in noi, le nostre capacità formative e di animazione, le dobbiamo condividere, soprattutto a favore dei giovani e di quelli più bisognosi.
A questo può contribuire molto la nostra associazione “Alberto Marvelli”, operando nella progettazione sociale, che per noi è impegno missionario per il Vangelo.
Non possiamo stare comodi a casa, non possiamo tenere nascosti i nostri talenti. In tante case salesiane, forse proprio quelle in cui siamo cresciuti, i Salesiani sono costretti a lasciare. È bello vedere tanti Exallievi/e che hanno preso le redini di queste case, dove si continua la missione di Don Bosco: Corigliano d’Otranto, Randazzo, Lanusei, ... In tutte le stagioni della nostra vita, anche nella maturità, possiamo fare qualcosa per gli altri, per i ragazzi, per le loro famiglie. Diamo la nostra disponibilità, teniamo vive le Opere di Don Bosco: Exallievi/e impegnati, testimoni audaci sulle orme di Don Bosco!
don Giovanni Russo sdB
delegato nazionale


Programma

Risoluzioni finali

Mozione G.Ex.

Pino Acocella

La Famiglia oggi:
      comunità educante?
    

don Eusebio Munoz

Laici nella Famiglia salesiana:

potenzialità e attese

don Tonino Palmese

Sono forse io
  il custode di mio fratello?
  


Articoli recenti


STRENNA 2020


Pubblicato il commento del Rettor Maggiore alla Strenna 2020 BUONI CRISTIANI E ONESTI CITTADINI
Vai al commento

L'editoriale di VF dicembre 2019


Ci vuole coraggio per frequentare il futuro di Valerio Martorana  Il futuro non è solo storia per bambini, cari amici Exallievi, è anche la nostra storia. Dobbiamo riprendere ad avere ...

Admirabile signum


Papa Francesco ha pubblicato la lettera apostolica Admirabile signum sul significato e il valore del presepe.
Vai alla lettera